domenica 19 febbraio 2017

il ricordo di Adriano Rizzoli, un amico che ci ha lasciati


Rete Nazionale dei Comitati Rifiuti Zero 

dal profilo fb di Patrizia Gentilini

Proprio in questo momento, mentre scrivo, si sta celebrando a Trento il funerale di Adriano Rizzoli, improvvisamente scomparso.
Non avendo la possibilità di essere lì presente, voglio rivolgergli questo ricordo perchè Adriano era un grande, grandissimo AMICO, che mi ha insegnato tanto e che lascia un vuoto immenso.
Ci conoscemmo oltre 12 anni fa per il problema dell'incenerimento dei rifiuti e a Forlì seguimmo subito l'esempio da lui iniziato a Trento di un digiuno a catena... per contrastare questa follia, questo il link dove ne parlava http://old.ecceterra.org/docum.php?id=1864 A Trento l'impresa di bloccare l'inceneritore riuscì, a Forlì purtroppo no.
Nel 2010, esattamente dal 20 febbraio al 20 marzo, intraprese da solo un viaggio a piedi da La Verna a Roma sul sentiero di San Francesco e ci incontrammo ad Assisi- io ovviamente non ero arrivata a piedi- per consegnare entrambi una lettera al Santo con centinaia di firme: lui sul tema dei rifiuti ed io per promuovere la campagna in difesa del latte materno dai contaminanti ambientali....Ricordo che al mattino, con un tempo da lupi, con Gianni ti accompagnammo sul sentiero e ti vedemmo riprendere il cammino saltando come un camoscio fra sassi e ruscelli...
E nel febbraio 2006 ricordo un convegno a Trento cui invitasti sia Lorenzo Tomatis che me: che grande successo, quanto entusiasmo, quanta voglia di sollecitare le persone, di invertire la rotta....
E negli ultimi anni un altro tuo grande interesse era diventato quello dell'agricoltura intensiva e dei rischi connessi ai pesticidi e avevi progetti che spero altri possano portare a compimento.
Caro Adriano, rustico nei modi, ma limpido nel cuore e nella mente, quanto ti sei speso con tempo, passione, intelligenza, competenza... rinunciando per anni anche al tuo lavoro di geometra per dedicarti anima e corpo alla difesa della salute dell'ambiente! Ho incontrato tante persone nel mio cammino, ma credo che tu sia stata davvero una delle persone più intelligenti, rigorose, coerenti, disinteressate, e....per questo maledettamente scomode che ho conosciuto.
Ciao, non ti dimenticheremo, ma vedi anche tu di non lasciarci soli.

Patrizia Gentilini