giovedì 4 maggio 2017

Libri gratis con il riciclo, l’iniziativa green che arriva dal Cilento

Michele Gentile, il proprietario di una libreria di Polla in provincia di Salerno, dà la possibilità ai suoi clienti di acquistare i volumi gratuitamente portando in negozio l’equivalente in materiale di metallo in disuso. Così, in un colpo solo, promuove cultura e riciclo


















LIBRI GRATIS CON IL RICICLO –

Lattine di alluminio, ferro, piombo e altri rifiuti di altro genere in cambio di libri. È l’iniziativa promossa da Michele Gentile, titolare della libreria Ex Libris Café di Polla, in provincia di Salerno, che ha deciso di puntare sul binomio riciclo – cultura. Da circa un anno infatti i suoi clienti e non solo possono in un solo colpo: dare una mano all’ambiente, risparmiare e avere un libro in più da leggere. L’iniziativa di chiama “Non rifiutiamoci” e “l’idea è nata un giorno mentre ero in macchina con un amico e ho visto ai bordi della strada i resti abbandonati di un cancello di ferro – spiega Michele – allora mi sono chiesto ‘quanti libri si possono acquistare semplicemente riciclando rifiuti di questo tipo?’”. Da questa semplice domanda è nata un’iniziativa strutturata che grazie al passaparola e ai social network sta prendendo sempre più piede in questo paese del Cilento.

NON RIFIUTIAMOCI LIBRERIA –

Grazie alla collaborazione con la Metalfer di Antonio Coppola, una piattaforma di raccolta di rifiuti di metallo, Michele Gentile ha dato vita ad un originale baratto “green”. I clienti, infatti, portando in libreria oggetti di alluminio, ferro, ottone o piombo ricevono in cambio dei libri del valore corrispettivo al peso dei materiali. Portare, ad esempio, 18/20 chilogrammi di lattine in alluminio dà diritto a un libro da dieci euro mentre con 10 chilogrammi di ottone si può acquistare un vocabolario e così via. Il materiale raccolto ovviamente viene smaltito dalla Metalfer. L’iniziativa è talmente piaciuta da aver raccolto adesioni anche nella scuola media di Sala Consilina, un comune vicino a Polla. I suoi giovani studenti sono riusciti a raccogliere circa 100 chilogrammi di alluminio, passando al setaccio bar, pub e pizzerie, in cambio di decine di libri che sono entrati a far parte della biblioteca della scuola. Un modo semplice ed efficace per riuscire a vendere libri, in un epoca in cui è sempre più difficile, e allo
 stesso tempo promuovere il riciclo e il rispetto per l’ambiente. “Da questa esperienza è nato un nuovo modello di libreria” spiega Michele che in un prossimo futuro spera di riuscire ad avviare una “rete di librerie del riciclo” motivo per il quale sta cercando dei ragazzi giovani che abbiano voglia di appassionarsi a uno dei lavori più belli del mondo.

LIBRO SOSPESO –

Non rifiutiamoci, però, non è l’unica iniziativa messa in campo Ex Libris Café di Polla. Michele ha dato vita anche a una versione da libreria del “caffè sospeso”: i suoi clienti possono scegliere di acquistare un libro da donare ai ragazzi tra i 10 e i 18 anni. Il volume, sul quale si può lasciare una dedica, viene esposto in un’apposita bacheca dove i giovani lettori possono scegliere il libro che più li ispira. Un’iniziativa dedicata alle nuove generazioni e ai giovani, nei quali Michele crede molto per costruire un mondo più pulito e sostenibile, attraverso la lettura di qualche libro in più


fonte: http://www.nonsprecare.it