venerdì 19 maggio 2017

Scozia, il 'Partito dei Rifiuti' di Sally Cogley vince un seggio alle elezioni locali

Giovedì 4 marzo il Rubbish Party, il partito della spazzatura formato dalla sola Sally Cogley ha ottenuto il seggio alle elezioni del consiglio di East Ayrshire battendo il Partito laburista di Jeremy Corbin e Ukip, il partito dell’estrema destra 
















Ha conquistato il seggio, il suo programma contiene solo un punto, è alla sua elezione numero uno ed è formato da una sola persona: è il Rubbish Party, il partito della spazzatura, che giovedì 4 maggio nelle elezioni per il consiglio di East Ayrshire in Scozia ha battuto il Partito laburista di Jeremy Corbin e Ukip, il partito dell’estrema destra.
Il programma elaborato da Sally Cogley non vuole altro che liberare la valle, la Irvine Valley a sud di Glasgow, dai rifiuti selvaggi e educarla a comportamenti virtuosi. Il suo programma include recuperare le risorse sprecate, educare la popolazione a uno smaltimento rispettoso, raccogliere il littering e fare in modo che le persone semplicemente non sporchino al loro passaggio. “Vi fa disperare la quantità di spazzatura che le persone abbandonano, la popò dei cani, le cicche di sigarette e la gomma da masticare che sporcano le nostre strade, sentieri, centro storico e campagne?” ha scritto sul volantino della sua campagna elettorale.
Cogley ha fondato il partito a marzo, ma lei, l’unico leader e membro, è impegnato nella lotta contro i rifiuti selvaggi dal 2015, quando, come racconta un articolo del Daily Record aveva suggerito di far pagare a chi abbandonasse spazzatura multe di più di mille sterline. La sua forza è stata da allora la capacità di organizzare gruppi talvolta di 80 volontari per raccogliere mucchi di spazzatura abbandonata dalle lattine, ai sacchetti alle bombole. L’anno scorso i suoi sforzi sono stati dedicati a far prendere coscienza ai proprietari di cani che le feci devono essere raccolte e gettate negli appostiti cestini. Questo perché molte persone le raccolgono ma poi abbandonano il sacchetto dove capita.
Dal suo sito non si capisce se Cogley abbia intenzione di intervenire direttamente nello smaltimento dei rifiuti, piuttosto il suo obiettivo amministrativo è che le risorse che il municipio spende siano impiegate in maniera efficace. Un aspetto importante per le neo eletta è l’educazione dei bambini e dei ragazzi riguarda alla spazzatura che ognuno produce. Dal 2015 coinvolge le scuole nelle giornate di pulizia raccolta rifiuti abbandonati realizzate da volontari.
Prima di quest’attività, Cogley si occupava di risorse umane come consigliere in una municipalità. Ora quello che vuol fare è “rendere la Valle un posto migliore dove lavorare e vivere e da visitare”. Il fatto che gli elettori l’abbiano preferita come secondo partito per combattere lo spreco delle risorse e rendere la zona più pulita, lancia un messaggio sulle priorità degli elettori quanto si tratta di scegliere le amministrazioni locali. 

fonte: www.ecodallecitta.it