mercoledì 30 gennaio 2019

Seads, la tenda che pulisce i fiumi dalla plastica in pochi giorni

Due giovani ingegneri hanno inventato Seads una start up green che propone un sistema per bloccare i detriti e pulire i fiumi.











Togliere la plastica da fiumi e oceani, questo il sogno e l’obiettivo di due giovani ingegneri italiani che hanno presentato un innovativo approccio al problema. Fabio Dalmonte e Simone Botti per ridurre l’impatto dei rifiuti sugli oceani hanno ideato e brevettato un sistema di barriere galleggianti in tela che servono a intercettare i rifiuti prima che arrivino al mare.
L’idea è innovativa da un lato perché propone un cambio di strategia, decidendo di risalire i fiumi per salvare i mari, dall’altro per la ricerca di semplicità che potrebbe rendere attuabile questa soluzione anche nei paesi in via di sviluppo che, non per questo, hanno meno problemi di plastica nelle loro acque.
Le barriere galleggianti, da immaginare come delle grandi tende, sono in grado di reindirizzare i detriti solidi e quelli fluviali verso un bacino di raccolta dove vengono accumulati, prelevati e inviati ad una successiva fase di riciclo. La struttura è pensata in modo da costituire una soluzione permanente, è quindi disegnata per resistere a condizioni di piena e a oggetti di dimensioni rilevanti (come ad esempio tronchi di alberi) che vengono trasportati dai fiumi e manderebbe il fiume navigabile la dove lo fosse.
L’idea di Fabio e Simone è stata già premiata da WWF e ha ottenuto una sponsorizzazione di Bulgari. Da Bogor, in Indonesia, è arrivata la richiesta di un primo prototipo da installare sul fiume Ciliwung, ma i due giovani ragazzi puntano a pulire i fiumi dal Gange al Nilo.
fonte: https://www.greenstyle.it

Nessun commento:

Posta un commento