venerdì 24 febbraio 2017

MinAmbiente: sui rifiuti più ambizione











Il Ministro dell'ambiente in audizione al Senato il 16/2/2017 ha confermato l'impegno a
sostegno e promozione di obiettivi Ue ambiziosi sui rifiuti lavorando alla formulazione di un quadro regolatorio chiaro e stabile.
Davanti alla Commissione Ambiente di Palazzo Madama il Ministro ha tracciato il quadro degli impegni sul clima e l'energia (Strategia energetica nazionale, azioni sull'economia circolare, riduzione delle emissioni 2021-2030, sviluppo sostenibile), concentrandosi anche sulle azioni in materia di rifiuti. Il Ministro ha confermato che il Governo: continuerà a sostenere l'introduzione di una metodologia unica e armonizzata di calcolo delle quantità di rifiuti riciclate e che chiarirà definitivamente i concetti chiave di recupero, riciclaggio, recupero di materia, riempimento, cessazione della qualifica di rifiuto e trattamento prima del conferimento in discarica; rafforzerà le politiche di prevenzione. Sarà incrementato il riciclo dei rifiuti rispetto ad altre forme di
recupero e smaltimento; supporterà l'aumento degli obiettivi di riciclaggio degli imballaggi.
Infine, il Governo promuoverà la fissazione di un obiettivo più ambizioso di riduzione di tutte le operazioni di smaltimento (non solo la discarica, ma anche l'incenerimento senza recupero energetico e le altre operazioni di smaltimento) di tutti i rifiuti prodotti al posto dell'obiettivo di riduzione della sola operazione di discarica per i rifiuti urbani.

documenti di riferimento


Area Normativa / Rifiuti / Normativa in Cantiere
Piano d'azione Ue per l'economia circolare (schemi di direttive in materia di rifiuti, discariche, imballaggi e
Raee)
Presentato dalla Commissione europea il 2 dicembre 2015

fonte: http://www.reteambiente.it