martedì 23 maggio 2017

Lombardia, da casa alla stazione si va in auto elettrica, un progetto sperimentale

L’iniziativa E-VAI 3.0 mette a disposizione un’auto elettrica sotto casa con colonnina di ricarica per i pendolari Trenord
















Un’auto elettrica per facilitare la vita ai pendolari. Con questo spirito è stata lanciata oggi l’iniziativa E-VAI 3.0, dedicata ai clienti di Trenord, società ferroviaria che opera in Lombardia. Per ora si tratta di un esperimento, è disponibile a Varese e Saronno ed è destinata ai viaggiatori abbonati che utilizzano il servizio ferroviario. Ma l’idea è estenderla quanto prima alle principali stazioni lombarde.
Lanciata da FNM ed Enel, E-VAI 3.0 cerca di valorizzare la mobilità condivisa a zero emissioni, mettendo a disposizione dei viaggiatori ferroviari un’auto elettrica, tutto l’anno e sotto casa, con cui andare in stazione la mattina e tornare la sera.

Possono usufruirne anche enti pubblici e aziende, nei giorni dal lunedì al venerdì, tra le 8 e le 18. L’utilizzo dell’auto nei weekend e nei festivi è invece illimitato e ad uso esclusivo del pendolare.
I mezzi non sono soltanto dedicati al car sharing, ma è possibile anche il car pooling. Le spese vanno dai 130 ai 280 euro, a seconda se si condivida o meno il tragitto casa-stazione con altre persone.
Per chi decide di aderire al servizio, E-VAI provvede ad installare vicino a casa una stazione di ricarica dell’auto, mentre all’arrivo in stazione si potrà lasciare il veicolo in un parcheggio dedicato, gratuito e attrezzato con la colonnina di ricarica.
Altri vantaggi per questa soluzione di mobilità elettrica sono il parcheggio gratuito sulle strisce blu, gialle e negli aeroporti lombardi di Linate, Malpensa e Bergamo Orio al serio. Si potrà circolare liberamente nell’area ZTL (a Milano solo nell’Area C) ed è previsto un servizio assistenza.
«Questa iniziativa – commenta il presidente di FNM SpA Andrea Gibelli – ha l’obiettivo di favorire l’arrivo in stazione e l’utilizzo del servizio ferroviario. Lo sviluppo dell’intermodalità e l’integrazione tra le diverse tipologie di trasporto ecologico e sostenibile sono tra i punti più importanti del Piano strategico 2016-2020 del Gruppo FNM».

fonte: www.rinnovabili.it