sabato 8 luglio 2017

Nel 2017 si dà “una seconda vita agli oggetti” con la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR)

Si svolgerà dal 18 al 26 novembre 2017 la nona edizione della SERR che sarà incentrata sul tema “diamo una seconda vita agli oggetti”. Tutti i partecipanti avranno l’opportunità di organizzare azioni e momenti di comunicazione sul tema del riutilizzo e della riduzione dei rifiuti.
























Che cos’è la SERR?

La SERR è una campagna di comunicazione ambientale europea che mira a promuovere una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente. L’accento della SERR è quindi posto, in primis, sulla prevenzione. Pertanto ogni azione è un esempio di come ogni attore della società possa contribuire a ridurre i rifiuti in prima persona e a comunicare questo messaggio d’azione agli altri.
La SERR nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea ed è promossa dal Comitato promotore composto da Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Utilitalia, Anci, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Legambiente, AICA, ERICA Soc. Coop. ed Eco dalle Città.

Come funziona la SERR?

La SERR ha una natura inclusiva: infatti si basa su una “call to action” alla quale possono “rispondere”, e quindi partecipare, tutti. A partire dai singoli cittadini, alle pubbliche amministrazioni, alle associazioni, alle scuole fino alle grandi realtà commerciali come ad esempio la catena Mercatino Franchising, NH Hotels o Intesa San Paolo, solo per citarne alcuni.
Ogni anno viene scelto un tema centrale attraverso le “Giornate Tematiche di Prevenzione” per offrire ai partecipanti uno spunto per declinare le loro azioni su temi sempre diversi, senza però vincolarli nella loro creatività. E’ infatti possibile registrare come azione SERR una qualsiasi azione che abbia come obiettivo quello di concorrere alla riduzione dei rifiuti: dall’istituzione di momenti di sensibilizzazione, passando per attività di pulizia straordinaria del territorio o anche attività di prevenzione quali la dematerializzazione di alcuni servizi, o l’attenzione nella lotta allo spreco alimentare. Nelle passate edizioni diverse sono state le azioni organizzate per i diversi temi centrali. Questo video riassume i temi scelti nelle edizioni della SERR dal 2013 al 2016.



“L’effetto SERR”

Fin dalla sua prima edizione, La SERR ha riscontrato entusiasmo e grande partecipazione, aumentando sempre di più la risonanza del messaggio di sensibilizzazione e diventando una delle campagne di riferimento per la riduzione dei rifiuti in Europa.
L’edizione 2016, con il tema “riduzione dell’impatto ambientale degli imballaggi”, ha visto la registrazione di 12.255 azioni complessive tra il 19 e il 27 Novembre. Di queste, 4.419 azioni sono state registrate in Italia, facendone uno dei paesi con il numero maggiore di azioni.
L’alta partecipazione e il grande entusiasmo registrato nel Bel Paese ha portato all’istituzione di una cerimonia di premiazione esclusiva per le azioni SERR italiane alla quale le azioni finaliste, selezionate dal Comitato Promotore, vengono invitate e premiate da esponenti del Comitato e dagli Sponsor.
La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti costituisce un importante punto di riferimento europeo per la comunicazione ambientale sulla tematica della prevenzione e la riduzione dei rifiuti. Il successo della SERR è soprattutto dovuto al costante impegno ed entusiasmo dei partecipanti che, grazie alle loro azioni, contribuiscono a sensibilizzare su un tema così attuale creando un coinvolgente “effetto SERR”.

















Come iscriversi alla SERR?

E’ possibile registrarsi alla nona edizione della SERR qui
Le iscrizioni apriranno il 1 Settembre 2017 ma è già tempo di pensare alle azioni da proporre!
Per ulteriori informazioni sulla SERR e per ricevere supporto con le registrazioni:
Alessia Mazzù serr@envi.info   0173/33777

fonte: www.envi.info