domenica 19 maggio 2019

Istituire la Giornata per l’educazione ambientale




















Piazza del Campidoglio a Roma si colora e diventa per un giorno Villaggio per l’educazione ambientale con tanti ragazzi delle scuole, gazebo di enti e associazioni, attività rivolte ai più giovani. Un’iniziativa promossa dal Ministro dell’ambiente Sergio Costa e dal Ministero dell’Istruzione per sottolineare sempre più la centralità delle tematiche ambientali e della sostenibilità nei programmi educativi e formativi in cui sono coinvolte le giovani generazioni. Con l’idea fare del 10 maggio la giornata per l’educazione ambientale in Italia.


La giornata è stata inaugurata dal Presidente della Camera, Roberto Fico, dal Sindaco di Roma, Virginia Raggi e dal Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. I ricercatori dell’Ispra hanno organizzato laboratori di educazione sul tema del mare, dei cambiamenti climatici e dei rischi naturali. Al presidente dell’Ispra Stefano Laporta è stato affidato un simpatico dibattito con i giovani presenti in piazza per testare le loro conoscenze ambientali, rubando brevemente la conduzione della giornata a Marco Gisotti.



















L’ISPRA e il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente – SNPA – hanno tra i propri compiti istituzionali anche formazione ed educazione, con lo scopo di avvicinare i cittadini e i giovani al mondo della ricerca scientifica e della tutela dell’ambiente, attraverso la realizzazione di iniziative e progetti, anche in partenariato con altri soggetti, quali Ministeri, Enti Pubblici ed Associazioni e l’elaborazione di materiali e strumenti educativi, per lo più pubblicati sui rispettivi portali web.














Sette i laboratori organizzati da Ispra ed SNPA nel Villaggio: ecosistema spiaggia (la formazione dei litorali sabbiosi e la dinamica dei sedimenti); Posidonia oceanica spiaggiata, da “rifiuto” a sorprendente risorsa ambientale; erosione ed inquinamentogocce di civiltà in un mare di plastica (come la plastica sta soffocando il mare ed i suoi abitanti); noi ci adattiamo, e tu? (laboratorio di giornalismo sugli scenari di rischio climatico); misura la tua sostenibilità (gioco di ruolo); Geo-logica-mente (un tuffo nella storia di Roma dal Pleistocene ai giorni nostri).


fonte: http://www.snpambiente.it

Nessun commento:

Posta un commento