venerdì 21 aprile 2017

Earth Day 2017: adotta anche tu un pezzo della nostra bellissima Terra!














Adottare un pezzetto del nostro pianeta. Non è uno scherzo ma la nuova iniziativa lanciata dalla Nasa in vista della giornata della Terra, l'Earth Day, che si celebrerà il 22 aprile prossimo.
Quest'anno potremo iniziare prima a festeggiare la nostra casa grande casa blu. Istituito nel 1970, l'Earth Day viene celebrato ogni anno il 22 aprile è un avvenimento educativo ed informativo, che pone l'accento sulle problematiche ambientali, dall'inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo, allo spreco di risorse e alla distruzione degli ecosistemi. Tutti effetti dell'attività umana.
Quest'anno, l'Agenzia spaziale americana ha deciso di dare in adozione il pianeta, in tutto saranno 64.000 le porzioni adottabili.

Come adottare

E' semplicissimo. Basta visitare il sito dedicato, scrivere il proprio nome e cliccare su “Adopt”. Apparirà una schermata casuale, con un certificato di adozione in cui saranno presenti i dati dell'area adottata, provenienti dai satelliti Nasa che osservano la Terra.
La piccola fetta di terra adottata sarà larga circa 55 miglia (90 km). Di essa conosceremo la qualità dell'aria a livello locale, la vegetazione e altre informazioni ambientali rilevanti. È possibile condividere il certificato NASA sui social media.

Perché adottare un pezzo di Terra

È ovvio che si tratterà di un gesto simbolico. Nessuno di noi diventerà proprietario così, con un semplice clic né si potranno pretendere diritti legali o di proprietà. Allora perché aderire all'iniziativa?
Adopt the Planet ha l'obiettivo di avvicinare il maggior numero di persone possibile alla conoscenza della Terra, aumentando la consapevolezza di quello che accade nell'area adottata. Non solo.Offrendo la possibilità di condividere queste informazioni sui social, anche i nostri amici potranno conoscere meglio il nostro pianeta.
Queste viste della Nasa dallo spazio danno una prospettiva diversa, impossibile da acquisire dalla terra. I satelliti orbitano attorno al Pianeta monitorando sia le zone abitate che quelle desertiche, sia gli oceani che le montagne. Con gli strumenti in orbita, gli scienziati riescono a reperire dei dati molto importanti sulla salute del Pianeta.
Grazie ai dati disponibili sul NASA’s Worldview website, potremo conoscere la quantità e il tipo di vegetazione sul suolo e le misurazioni sulla qualità dell’aria. Potremo sapere fino a che punto l’inquinamento atmosferico e la fuliggine da incendi si siano spostati o ancora quanto ghiaccio marino sia presente ai Poli. Si tratta di immagini ottenute praticamente in tempo reale, cattirate qualche ora prima dai satelliti che continuamente osservano la Terra.
Anche se è stata pensata in vista dell'Earth Day è già possibile farlo.
Che aspettate? Adottate un pezzetto di Terra anche voi. Conoscere meglio il nostro Pianeta è un altro incentivo ad amarlo e rispettarlo, non solo per l'Earth Day.

fonte: https://www.greenme.it